Va all’asta la prima azione Apple di Steve Jobs

azione Apple

Vista la portata dei cambiamenti realizzati dalla Apple gestita da Steve Jobs, e al carisma dell’ex CEO, probabilmente la vendita di memorabilia andrà avanti per molti anni. Dopo le tante aste viste in passato, è il turno della prima azione Apple posseduta da Steve Jobs.

L’azione fu consegnata a Jobs nel 1980, quando la società decise di quotarsi in borsa. Questi decise di appenderla nel suo ufficio, un po’ come la Numero Uno di Zio Paperone. Nel 1985, però, dopo l’alterco con John Sculley, Jobs abbandonò Apple e vendette tutte le sue azioni.

La prima azione incorniciata finì nel cestino. Un dipendente la raccolse e la conservò. A certificare l’originalità del pezzo c’è un certificato notarile. Ora quella reliquia va all’asta su Moments of Times. Il prezzo di partenza è di 195.000 dollari.

Vi ricordo che la rinuncia alla quota di Apple di Ronald Wayne, il terzo co-fondatore che si defilò pochi mesi dopo la fondazione di Apple, è stata venduta all’asta su Sotheby’s per 1,5 milioni di dollari.

Questo articolo arriva grazie alla donazione di Giuseppe Contessi.

Cosa ne pensi?