Negli Apple Store spariranno i cordoncini di sicurezza sui prodotti

Apple Store Regent Street

Non so se vi è mai capitato di entrare in un Apple Store per scegliere un iPhone. Una delle prove che si vorrebbe fare è la prova tasca. Soprattutto nella scelta tra un telefono standard e un Plus. Ci si chiede come starebbe in tasca. Però c’è un problema: il telefono è legato ad un cordicino di sicurezza.

Credi in Dio, ma chiudi a chiave la tua auto” dice un detto. Dai fiducia ai clienti, ma nello stesso tempo non lasciare tutto libero alla loro onestà, perché tra di loro potrebbe esserci qualcuno che tanto onesto non è. Per questo motivo le corde di acciaio evitano che qualcuno infili i dispositivi in tasca e se ne vada senza pagarli.

Nel recente Apple Store di Regent Street, però, le corde di sicurezza non ci sono. Apple non se n’è dimenticata e non è neanche un problema di approvvigionamento. È una scelta voluta, come spiega Angela Ahrendts a Techcrunch.

L’obiettivo è consentire all’utente di provare a fondo il dispositivo prima di comprarlo, anche mettendolo in tasca e facendo un giro per il negozio per sentire il feeling. Andare in giro e fare foto o addirittura provare cover e accessori.

All’interno dei dispositivi esposti, però, c’è un sistema di sicurezza e se ci si avvicina alla porta allerta i commessi, suona e mette in azione la sicurezza. Inoltre se il furfante riesce ad uscire dal negozio, il dispositivo si disattiva e non funziona più.

Chissà ora se qualcuno accetterà la sfida per imbrogliare il sistema.

One Comment

Cosa ne pensi?