L’iPhone usato per un laboratorio portatile per diagnosticare il cancro

iPhone cancro

Siamo ormai ad un paradosso: i nostri smartphone posseggono processori in grado di erogare una potenza maggiore dei nostri computer. Sono, quindi, dei computer. Tutto questo per sfruttare in fondo l’uso di alcune applicazioni.

I ricercatori, però, trovano utile usare tutta questa potenza per ottimizzare dei processi che, di solito, richiedono macchine molto costose. Il team gestito dal professor Lei Li, della Washington State University, ha utilizzato un iPhone per realizzare un mini laboratorio portatile utile per diagnosticare il cancro.

Il sistema del professor Lei Li utilizza un dispositivo in cui è possibile inserire 8 provette per ogni fila, per un totale di 96 provette. L’iPhone viene utilizzato con un’apposita app e una lente per effettuare le analisi. Grazie a questo sistema si possono effettuare 8 analisi alla volta. L’app analizza uno spettrometro dei campioni, rilevando la presenza o meno del cancro.

Il mini laboratorio riesce a rilevare la presenza del cancro nei campioni prelevati da: polmone, prostata, fegato, mammella e tessuto epiteliale. L’uso di questo sistema potrebbe diventare fondamentale nelle popolazioni in via di sviluppo, dove la costruzione di centri specialistici è costosa e non realizzabile.

L’accuratezza del mini laboratorio è del 99%, quindi è affidabile. In passato l’iPhone era stato usato per costruire laboratori simili, come quello per l’analisi della vista.

Cosa ne pensi?