Federighi: abbiamo lavorato su questo MacBook Pro per 4 anni

Questo nuovo MacBook Pro con Touch Bar sta facendo parlare molto di se. Da un lato le persone contente dell’avanzamento tecnologico, per le dimensioni ridotte, l’aumento di potenza, lo schermo Retina, la nuova barra multitouch e l’autonomia della batteria. Ma dall’altro lato abbiamo persone arrabbiate per l’aumento dei prezzi.

In questi giorni i dirigenti di Apple stanno rilasciando una serie di interviste in merito. Marques Brownlee è riuscito ad intervistare Craig Federighi, vice presidente del software di Apple, e ha chiesto perché la Touch Bar è arrivata solo ora.

Federighi ha risposto che sono stati necessari 4 anni di lavoro per trovare l’equilibrio perfetto tra materiali e performance, per ottenere un portatile di alta qualità da destinare ai professionisti.

Gli sviluppatori troveranno sicuramente utile approfittare della presenza dello schermo multitouch, per aumentare le potenzialità dei loro software. A tal proposito la società ha anche pubblicato una serie di linee guida per sfruttare la nuova barra. La domanda però è: basta uno schermo multitouch da 1 cm a fare la differenza?