Gli Stati Uniti hanno dato quasi 600 milioni ad Apple

interessi debito tesoro

Nell’ultimo anno Apple ha pagato in totale circa 10,4 miliardi di dollari in tasse in tutto il mondo. Buona parte di questo denaro è finito negli Stati Uniti, dove la società di Cupertino si ritiene tra i maggiori contribuenti di tutto il Paese.

Ma il denaro non è a senso unico. Apple riceve anche dei soldi dagli Stati Uniti. Come? La società ha oltre 200 miliardi di dollari in riserve. Le riserve sono divise in titoli a breve, medio e lungo termine. Apple possiede, per esempio, una bella fetta di debito pubblico americano.

I titoli del tesoro americano macinano interessi e ovviamente la società li incassa. In base alle recenti stime, dal 2012 ad oggi, quindi in 4 anni, Apple ha ricevuto ben 590 milioni di dollari in interessi dallo stato americano.

Ci sono anche altre aziende che hanno ottenuto soldi, come Cisco (430 milioni), Johnson&Johnson (160 milioni) e Google (150 milioni).

La società di Cupertino avrebbe 41,7 miliardi di dollari in debito pubblico americano. Somma che potrebbe salire se Trump permetterà di importare i capitali esteri. Il neo presidente degli Stati Uniti promise di far scende l’imposizione fiscale per i denari tenuti all’estero dal 35% attuale, al 10%.

Se così fosse Apple potrebbe comprare altri titoli americani. La domanda a questo punto è: quante di quelle riserve sarebbero state tasse versate in Europa se l’Irlanda non avesse permesso le agevolazioni fiscali?

One Comment

  1. Capitali sotratti tra le altre cose all’erario di mezza Europa, a conto fatti circa 20 miliardi di euro, tra i vari cambi (periodi di cambio), qualcosa come 25 miliardi di Euro…

Cosa ne pensi?