Tim Cook è l’11° CEO che rende meglio

Tim Cook

Quanto è poco e quanto è molto? Per rispondere a queste domanda per qualsiasi fattore bisogna avere come sempre un’unità di misura e una di paragone. Pagare un dipendente 1.000 € al mese è molto o poco? Pagarlo 10.000 € al mese? Oppure pagarlo 100.000 € al mese?

Forse per la prima domanda potreste rispondere che è poco e per l’ultima è molto. Ma se nella prima ipotesi il dipendente vi fa perdere 3.000 € al mese allora diventano molti anche 1.000 €. Se nell’ultima ipotesi ve ne fa guadagnare 500.000 €, allora lo stipendio va bene.

E sotto quest’ottica come si posiziona Tim Cook? Bloomberg ha calcolato una classifica per i vari CEO delle multinazionali, creando una scala da 1 a 100 punti. Tim Cook è alla posizione n.11 con un punteggio di 95,4. La media degli utili degli ultimi 3 anni di Apple, infatti, è di 22,6 miliardi all’anno e Tim Cook ha ricevuto uno stipendio medio di 10 milioni di dollari all’anno. Quindi averlo è molto conveniente.

Al primo posto della classifica troviamo Costa Kartsotis di Fossil che riceve 0 $ in cambio di 147 milioni di utili annui, seguito da Robert Pera con 0 $ di stipendio per Ubiquiti Networks in cambio di 129 milioni di utili e Larry Page di Alphabet che si fa pagare 1 $ di stipendio per 3 miliardi di utili.

All’ultimo posto della classifica troviamo Inge Thulin di 3M che riceve 19,4 mln $ annui e 3M genera 2,4 miliardi di utili. In classifica non appare nessuna azienda italiana.

Cosa ne pensi?