Find My Phone, un documentario su uno smartphone rubato

Anthony van der Meer, un ragazzo olandese, un giorno perse il suo iPhone (o gli fu rubato). La SIM card fu estratta e quindi il Find My iPhone non servì a nulla. Apple purtroppo non ha ancora inserito un sistema in grado di evitare di spegnere il telefono senza una password. E allora il povero Anthony si accorse di aver perso moltissime informazioni sensibili: foto, contatti, accesso alla posta e altre informazioni.

Quindi decise di farsi rubare il telefono di proposito. Questa volta un Android, dove aveva installato un’app che funziona come una sorta di spyware. Tramite quest’app Anthony ha potuto leggere informazioni come telefonate, messaggi, foto e altro realizzate dal malfattore.

Ne è nato un documentario chiamato Find my Phone, dove nelle settimane seguenti il ragazzo ha seguito tutti gli spostamenti dell’uomo egiziano che aveva lo smartphone. Lo ha visto toccarsi di fronte ai video osé visualizzati sullo schermo, fare il simpatico con una signorina al telefono, mandato messaggi e molto altro.

Il documentario è stato visto quasi 2 milioni di volte. È sottotitolato in inglese.

Cosa ne pensi?