Clippy di Office nacque in un Mac

Clippy

Chi ha usato Office 97 lo conosce bene. Clippy è un personaggio a forma di graffetta, nato per supportare l’utente in alcune operazioni. Visto che all’epoca non tutti sapevano usare il computer molto bene, tant’è vero che nei curriculum si scriveva “conoscenza pacchetto Office” (non lo scrivete più vero?), Microsoft pensò di dare un supporto.

Nacque così Clippy per suggerire alle persone cosa fare in caso di difficoltà. Clippy è una sorta di nonno dei bot, ad oggi integrati in molti servizi. Ma chi lo disegnò? Il suo creatore è Kevan Atteberry.

All’epoca Kevan lavorava come illustratore ai libri di fiabe per bambini. Microsoft gli chiese di disegnare un personaggio per un assistente digitale. L’obiettivo principale fu Bob, una sorta di nonno di Cortana (ma senza comandi vocali). Il progetto però naufragò vista la complessità dell’integrazione nei vari software.

Microsoft, quindi, decise di focalizzarsi su Office. Kevan disegnò 250 personaggi che furono vagliati da alcuni focus group e sociologi. L’obiettivo era scegliere il personaggio che poteva essere accettato da tutti. Nacque così Clippy.

La cosa curiosa è che Clippy in realtà era odiato un po’ da tutti. Il problema non era il personaggio, a tratti simpatico, ma la pesantezza nel suo utilizzo. I PC dell’epoca e, soprattutto quel macigno di Windows, rendevano l’uso dell’assistente un lusso in termini di risorse.

La cosa curiosa è che Clippy nacque in realtà in un Mac. Kevan Atteberry si definisce un “uomo Mac” e ha usato un computer di Apple per disegnare il personaggio. Questi fu mandato in pensione ufficialmente nel 2007, quando scomparve da Office.

Alcune info tratte da: vice

Cosa ne pensi?