Finalmente ecco Apple Pay in Italia

Apple Pay

La presentazione avvenne al lancio dell’iPhone 6. Oggi, a distanza di oltre 2 anni, finalmente il servizio di pagamenti elettronici di Apple è disponibile anche nel nostro paese. Un sistema innovativo, che può consentirci di lasciare le carte di credito e debito a casa.

Il sistema funziona con la virtualizzazione delle carte che può avvenire in Wallet di iOS, o anche nell’app della banca se quest’ultima ha abilitato il servizio. Per farlo bisogna aprire l’app Wallet, visualizzare la carta di credito con la fotocamera e aggiungere il codice segreto di 3 cifre posto sul retro. Dopo una conferma da parte di Apple, la carta è pronta per essere usata.

Per pagare con Apple Pay nei negozi fisici bisogna chiedere all’esercente di voler pagare con il sistema contactless. A questo punto basta avvicinare l’iPhone al lettore tenendo il polpastrello sul Touch ID e la transazione verrà confermata all’istante. Una conferma sicura, realizzata con una cifratura monouso.

Per pagare con Apple Watch, invece, bisogna sempre chiedere al commerciante di voler pagare con contactless, poi premere due volte il pulsante laterale (non la ghiera) per scegliere la carta da usare e avvicinare l’orologio al lettore per confermare la transazione.

C’è anche la possibilità di pagare on line, se il sito ha abilitato questo pagamento. Il tutto avviene sempre con il Touch ID del telefono, anche se l’acquisto avviene su un computer (a meno che non abbiate il nuovo MacBook Pro). L’utente dovrà certificare di aver autorizzato il pagamento con il polpastrello.

Il limite per i pagamenti con Apple Pay è di 25 €. Alcuni negozianti possono aumentare il tetto di spesa con Apple Pay richiedendo il codice PIN della carta di credito o la firma della ricevuta. Si vociferava un aumento di questo tetto massimo, ma al momento non è ancora avvenuto.

Al momento il sistema funziona con banca Unicredit, Carrefour Banca e Boon, ma presto arriveranno anche altri come N26, Fineco, Hype e ovviamente Banca Widiba. Inoltre sono partner VISA e Mastercard. Presso le catene abilitate possono anche essere gestite le carte di raccolta punti e le carte regalo. Presto arriverà il supporto in altre banche italiane. Entro quest’anno arriverà anche in Banca Widiba.

Cosa ne pensi?