iPhone: Apple soffre dell’ascesa dei brand cinesi nel primo trimestre 2017

q1 17 smartphone

Abbiamo sentito più volte dei dirigenti dei nuovi brand cinesi di smartphone, come Huawei e Oppo, di puntare a far mangiare la polvere ad Apple e superare tutti diventando primi nelle classifiche mondiali. La loro strategia prevede offrire tecnologia all’avanguardia mantenendo i prezzi bassi.

Una strategia che a quanto pare inizia a funzionare. Come rivela l’osservatorio di Gartner, infatti, per il primo trimestre del 2017 la quota di mercato di Apple cala dal 14,8% al 13,7%, nonostante il passaggio da 51,6 mln di unità a 52 mln di unità vendute.

Anche Samsung sembra soffrire della concorrenza cinese. La casa coreana passa dal 23,3% del mercato al 20,7%. Le sue unità vendute calano da 81,2 mln a 78,7 milioni. Di contro la quota di Huawei passa dall’8,3% al 9%. Le sue unità sono passate da 28,9 mln a ben 34,2 milioni.

Oppo, l’altro concorrente, passa dal 4,6% del mercato all’8,1%, raddoppiando gli smartphone venduti: da 15,9 mln a 30,9 milioni di unità.

In totale il settore degli smartphone ha visto la vendita di 380 milioni di unità, contro le 348,2 mln di unità dello stesso trimestre del 2016.

In tutto questo bisogna valutare se il modello di business dei produttori cinesi sia sostenibile. A fronte di prezzi bassi, infatti, ci sono anche margini più bassi. In pratica Apple un giorno potrebbe vendere meno unità di Huawei ed Oppo, ma continuare a fatturare più delle due società e mantenere, quindi, più liquidità, utile per investimenti in ricerca e sviluppo.

One Comment

  1. Il vero problema secondo me ce l’ha samsung, io i dati gli leggo in questa maniera il mercato si è espanso di 30M circa verso il basso e Samsung non ne ha saputo approfittare (ricordiamoci che Apple in quel determinato settore neanche compete) anzi ha perso persino quote di vendita.

Cosa ne pensi?