Stanford: Apple Watch ottimo per i battiti, ma impreciso sulle calorie

Apple Watch calorie

Come disse Tim Cook in una recente intervista alla trasmissione Mad Money, l’Apple Watch è utile anche per perdere peso. Attraverso l’app Attività è possibile impostare un obiettivo quotidiano in termini di calorie e impegnarsi per raggiungerlo.

Inoltre la società fornisce degli algoritmi agli sviluppatori per calcolare le calorie consumate in base all’attività svolta. Tramite delle rilevazioni fatte dall’azienda, si può stimare il consumo calorico in base al sesso dell’utente, l’altezza, il peso e l’età. Ma questo calcolo è accurato?

In base ai dati raccolti dal professor Euan Ashley, della Stanford University, purtroppo no. Mettendo in relazione diversi sensori da polso, tra cui il PulseOn e il Fitbit Surge, si evince che il calcolo delle calorie è approssimativo in quasi tutti i dispositivi.

Il più accurato è il Fitbit Surge che sbaglia di circa il 27,4% rispetto al consumo reale di calorie. L’Apple Watch, purtroppo, è tra i meno accurati, con errori che raggiungono anche il 50%.

Lo studio, apparso sul Journal of Personalized Medicine, è stato condotto su 60 volontari, di cui 31 donne e 29 uomini, effettuando 80 test diversi. Speriamo che i futuri aggiornamenti di watchOS migliorino l’affidabilità del conteggio delle calorie.

Cosa ne pensi?