Apple sta pagando dei freelance per migliorare le sue mappe

mappe Apple

Apple ha fatto molti passi avanti per le sue mappe. Un buon risultato considerando che è partita da zero. Un aspetto dove le sue mappe sono carenti, però, riguarda i punti di interesse. Le mappe di Google, godendo del database curato con vari servizi, sono più accurate.

Per risolvere parzialmente il problema, come indica il blog iGeneration, la società sta pagando dei freelance. Questi sono chiamati a recarsi fisicamente presso un punto di interesse e verificare che sia tutto apposto, che l’indirizzo sia giusto e il resto.

Probabilmente le segnalazioni sono generate da un algoritmo, prendendole dallo scarto degli errori. La società sembrerebbe interessata soprattutto ai punti di interesse più importanti, come i McDonald’s.

I freelance sono reclutati da società esterne e lavorano mediante la piattaforma TryRating. Ogni utente può lavorare al massimo su 600 segnalazioni per 20 ore settimanali. Ogni controllo verrebbe pagato 54 centesimi di dollaro, quindi la somma massima settimanale è di 324 $.

Vi ricordo che se avete un’attività commerciale o c’è un punto di interesse non presente sulla mappa, attraverso il sito di Apple Maps Connect si possono inserire informazioni che poi Apple integrerà ufficialmente.

Cosa ne pensi?