HomePod suona qualitativamente bene?

HomePod

Era il 2006 quando Apple presentava l’iPod Hi-Fi: uno speaker di alta qualità con dock per l’iPod. Quel modello ebbe grande successo, ma non fu il primo sistema audio di Apple. Nel 1992 ci fu l’Apple PowerCD per ascoltare i CD musicali.

Con il passare degli anni e dopo l’acquisto di Beats, la società torna con un suo speaker ufficiale: l’HomePod. Questo sistema audio dovrebbe porsi nella stessa fascia dei Sonos e dei Bose, con la possibilità di sincronizzare più speaker contemporaneamente e creare un ambiente sonoro unico.

Ma alla fine della fiera, vale la pena comprarlo? Suona bene? Al momento non abbiamo una recensione da parte di un audiofilo e non arriverà prima del prossimo anno, visto che la società dovrebbe iniziare le vendite da dicembre in USA, Australia e Gran Bretagna.

Ma intanto i giornalisti presenti al WWDC hanno potuto ascoltare da vicino lo speaker in funzione. C’è da dire che l’HomePod, come altri speaker simili, è in mono. Quindi per creare un vero effetto stereo bisognerebbe averne due.

CNET dice che il suono è pieno e la cosa interessante è che la qualità non cambia se si passeggia per la stanza in vari angoli. HomePod sembra suonare in modo più vivido di un Sonos e molto più chiaramente di Amazon Echo.

The Verge dice che i bassi emanati da HomePod rendono ridicoli quelli generati da Amazon Echo e Google Home. Pareri simili sono stati espressi da altri blog. Quindi, al momento, in assenza di dati concreti sembrano esserci buoni presupposti per valutarlo come un buon sistema audio.

Cosa ne pensi?