Ector, l’orsacchiotto che tossisce se si fuma vicino ai bambini

All’età di 7 anni fu necessario farmi una radiografia ai polmoni. Il dottore scoprì che erano neri per il fumo, ma io ovviamente non fumavo. Il problema era sorto perché mia madre fumava in cucina con le sue amiche, sottoponendomi senza accorgersene al fumo passivo.

Questo problema riguarda purtroppo molti bambini. Nel mondo ci sono 1,2 miliardi di fumatori e in Italia il 52% dei bambini viene sottoposto al fumo passivo, andando incontri a problemi polmonari.

Per tale ragione Roche ha attivato una campagna per la giornata contro il tabacco. Il progetto vede la nascita di Ector the Protector Bear. Un orsacchiotto con all’interno un rilevatore di fumo. L’orsetto tossisce quando qualcuno fuma vicino ai bambini.

La campagna è stata patrocinata da Walce Onlus, contro i tumori ai polmoni. La cosa simpatica è che Ector non si vende. L’orsetto può essere chiesto in regalo. Non so con quale criterio, ma compilando un form nel sito ufficiale si può essere contattati per riceverlo.

Con la speranza che l’orsetto aiuti concretamente i genitori a non fumare in presenza dei bambini e, soprattutto, a nessuno di loro venga la malsana idea di fumare nei pressi dell’orsetto solo per divertirsi nel farlo tossire e divertire i bambini.

Cosa ne pensi?