Ho fatto tanti lavori estivi quando ero studente. Ho fatto il barista, il cameriere, il lavapiatti, del volantinaggio e venduto scarpe al mercato. Ma non ho mai riparato iPhone, anche perché quando ero studente non esisteva.

Un vero peccato, perché i ragazzi attuali possono racimolare un bel po’ di denaro. Molto di più di quanto io abbia guadagnato in tutti i miei lavori estivi. Il Wall Street Journal, per esempio, racconta la storia di Grayson Shaw, un ragazzo di 16 anni di Nantucket (Massachusetts).

Nell’estate del 2016 Grayson ha racimolato circa 24.000 $ riparando 9 iPhone al giorno. Dopo aver imparato come si faceva, mediante i tutorial presenti su YouTube, il ragazzo ha riparato i telefoni di amici e conoscenti mediante una serie di strumenti comprati on line.

Grayson ha riparato schermi rotti, microfoni, pulsanti e altre componenti comprando i pezzi di ricambio on line e applicando un sovrapprezzo per la manodopera. Stessa storia di Joseph Kokenge, di 18 anni, che ha lasciato il lavoro in Luisiana, pagato 7,5$ l’ora, per riparare iPhone e guadagnare di più.

I prezzi alti applicati da Apple per le riparazioni originali consentono questo mercato secondario più economico. Sono nati anche negozi e siti che offrono servizi di riparazione alternative, risparmiando un po’ di denaro.

Leave a comment

Cosa ne pensi?