Il riconoscimento facciale sarà usato anche per i pagamenti?

brevetto riconoscimento facciale

Continua il filone delle scoperte nel firmware di iOS 11.0.2 per HomePod. Il sistema operativo per lo speaker ci ha rivelato alcune informazioni sul prossimo iPhone. Per esempio conosciamo la sua risoluzione, è stato confermato il suo design e sono stati trovati riferimenti per la carica ad induzione.

Sappiamo anche che ci sarà il riconoscimento facciale. Al momento non sappiamo se questa tecnologia, ritenuta più sicura, prenderà completamente il posto del Touch ID. Scavando più a fondo, però, è stato trovato un collegamento tra il sistema di pagamenti e il riconoscimento facciale.

Attualmente il sistema usa il Touch ID, quindi per usarlo si preme due volte il pulsante di accensione dell’iPhone, si attiva Apple Pay e si conferma la transazione tenendo il polpastrello sul sensore.

Con il riconoscimento facciale, invece, teoricamente bisognerebbe attivare Apple Pay con il tasto di accensione e poi portare il telefono davanti al volto, per confermare di essere intenzionati ad usarlo. A questo punto, come con l’Apple Watch, basterà appoggiare il telefono al lettore POS per pagare.

Lo sviluppatore Guilherme Ramba, invece, ha trovato riferimenti ad una funzione che si chiama SmartCam. Si ipotizza che sia il sistema che evita i falsi positivi, riconoscendo il volto dell’utente in 3D ed eliminando gli elementi in più. SmartCam dovrebbe essere in grado di comprendere che cosa sta inquadrando la fotocamera.

Cosa ne pensi?