Android arriva alla versione Oreo, ecco le 10 novità principali

Visto che Android è distribuito gratuitamente, Google ha pensato di monetizzare il sistema operativo incollando un brand sul nome della versione. Un po’ come quando si sponsorizzano i palazzetti dello sport o le fermate della metropolitana con i nomi delle aziende.

Questa volta chi usa questo sistema operativo sarà bombardato di associazioni al biscotto Oreo. La versione 8.0 di Android, infatti, è chiamata in questo modo. Una versione rilasciata poche ore fa. Ma vediamo le 10 novità principali:

  1. Il toggle sull’icona dell’app quando è presente un aggiornamento.
  2. La possibilità di cambiare l’icona dell’app in base alle preferenze fornite dallo sviluppatore.
  3. L’arrivo di nuove emoji.
  4. La possibilità di impostare una scorciatoia per finire in un punto preciso di un’app. Per esempio su una chat precisa quando si apre WhatsApp.
  5. Miglioramenti nella gestione del Wi-Fi.
  6. La possibilità di scaricare nuovi font.
  7. Un’ottimizzazione dell’autonomia della batteria.
  8. Limitazioni delle app in background per risparmiare batteria.
  9. Una segnalazione migliore delle notifiche.
  10. L’accesso al Wide Color Gamut per verificare i profili di gestione dei colori.

Personalmente credo che le novità non siano rivoluzionarie. Spesso gli utenti Android etichettano gli aggiornamenti di iOS come poco importanti. Alcune funzione introdotte da Android 8.0 ci sono anche in iOS. Forse l’unica cosa di completamente nuovo è il biscotto.

9 Comments

  1. ho installato oreo su nexus 5x.. neanche un cenno di pubblicità.. neanche sugli easter eggs.. quindi infamia sulla monetizzazione scritta senza motivo reale..
    per quanto riguarda le poche novità.. Android è un sistema operativo e pertanto a ogni update implementa solo nuove API. poi gli aggiornamenti delle app faranno le vere novità utente.. pensate che con gli aggiornamenti delle app anche i vecchi utenti di Jelly Bean e KitKat possono ricevere novità come il nuovo Google Play Protect.. si scrivono cose su questo blog senza davvero cognizione di realtà..
    Su iOS invece le app di sistema sono parte dell’OS, non si possono aggiornare da sole.. e Apple mette novità una volta l’anno. le app di Google si aggiornano e introducono novità molto più frequentemente.

      • Ma perché Apple o aggiorna le app insieme al sistema o niente. Le novità che non mette a settembre se va bene se ne parla per l’anno prossimo. Le novità di iOS presentate alla WWDC sono tutte già viste su Android senza grosse presentazioni ma semplicemente tramite piccoli aggiornamenti di app

      • Non è sempre così. L’app Clips è stata aggiornata più volte durante l’anno. L’app Workflow più volte durante l’anno, le app Keynote, Pages e Numbers più volte e così via. Quello dell’unico aggiornamento annuale è un falso mito.

      • Si parla Delle app di sistema (telefono, messaggi, mail) e non Delle app non preinstallate

      • Anche il Launcher di Google viene aggiornato durante l’anno, quello di Apple non si può, i widget o altro solo con le maggior release.

      • Ma entrambi le filosofie sono buone e valide, quindi non c’è bisogno di ridurre come è stato fatto nell’articolo.. tutti i rilasci di Android sono cosi

Cosa ne pensi?