Apple conferma: gli iPhone con la batteria usurata rallentano

iPhone 6s performance

Arriva un ulteriore evoluzione del sospetto sulle performance degli iPhone. Per anni si è pensato che Apple attuasse una sorta di obsolescenza programmata, vale a dire che rallentasse i dispositivi di proposito per spingere l’utente ad acquistare le nuove generazioni.

Alcuni test, però, avevano sconfessato questa ipotesi. Quindi da cosa deriva la lentezza? Oltre all’evoluzione del software, che richiede la capacità di calcolo dei nuovi processori, c’è un ulteriore fattore da prendere in considerazione: l’usura della batteria.

Da alcune ipotesi iniziali, derivate da alcuni test, si è visto che la potenza dei processori rallentava al diminuire delle performance della batteria. Ipotesi evidenziata anche da Geekbench con ulteriori test effettuati di recente.

Tutte queste ipotesi, però, oggi trovano una conferma da Apple:

Il nostro obiettivo è consegnare la migliore esperienza utente ai clienti, il che include lavorare sulle performance e prolungare la vita dei dispositivi. La batteria al litio diventa meno capace di fornire picchi di corrente in situazioni di freddo, quando c’è bassa autonomia o è usurata, il che porta ad uno spegnimento inaspettato per proteggere l’hardware interno.

Lo scorso anno abbiamo rilasciato una funzione per gli iPhone 6, 6s e SE per livellare il bisogno di picchi energetici solo quando serve, per prevenire che i dispositivi si spengano durante queste condizioni. Estenderemo ora questa funzione agli iPhone 7 con iOS 11.2 e abbiamo in programma di estendere questa funzione ai prodotti futuri”.

Quindi per evitare che gli iPhone si spengano per picchi di richieste di corrente, che si hanno quando si chiede al processore un carico di lavoro elevato, Apple evita i picchi rallentando il processore. In questo modo il telefono non si spegne.

Se il vostro “vecchio” iPhone vi sembra più lento, quindi, una soluzione potrebbe essere cambiare la batteria con una nuova.

6 Comments

  1. “Per anni si è pensato che Apple attuasse una sorta di obsolescenza programmata, vale a dire che rallentasse i dispositivi di proposito per spingere l’utente ad acquistare le nuove generazioni” e invece non è affatto così e la colpa non è mica di Apple ma della maledetta batteria, chiaramente. Fare uno schermo con meno pixel non si discute, bisogna avere un dispostivi almeno 5k nel palmo della mano. Avere meno funzioni non se ne parla; mettere una batteria più capiente è fuori discussione. Quindi l’unica scelta che ci rimane sarebbe quella di cambiare telefono ogni anno altrimenti appena la batteria comincerà ad usurarsi il dispositivo rallenterà inevitabilmente. E di tutto ciò ovviamente Apple non ha nessuna responsabilità. Tutto chiaro!

    • È una questione di tecnologie. La batteria dell’iPhone fa 500 cicli di ricarica prima di deperire. È più o meno il limite di tutte le altre batterie.

      • “È una questione di tecnologie” senza ombra di dubbio. A quanto pare però sono tutte tecnologie che fanno, solo ed esclusivamente, gli interessi delle multinazionali. Lo sappiamo tutti che il limite per uno smartphone è la batteria ma basterebbe fare in modo che consumi poco per prolungarne la vita. E ci sono mille modi per prolungarla come ho già scritto sopra. Chiaramente la mia critica non è rivolta solo ad Apple ma a tutte quelle aziende che attirano gli utenti con accessori inutili per uno smartphone: megapixel esagerati, 4k, filtri vari, notifiche di ogni tipo, schermi molto luminosi ecc… tutte cose davvero superflue che prosciugano la batteria in maniera spaventosa.
        Chi o cosa impedisce alla Apple di fare batterie più capienti per essere caricate meno? Nel mondo Android le batterie hanno una capienza almeno doppia dei prodotti Apple, quindi vuol dire che è possibile realizzarle.

        O chi o cosa impedisce alla Apple di fare schermi con meno densità di pixel e meno luminosi? È davvero necessario avere 2436×1125 pixel a 458 ppi in 5,8 pollici di schermo? Serve davvero una luminosità di Luminosità massima di 625 cd/m2 ? E di queste scelte che influenzano la durata della batteria e quindi il calo delle prestazioni la Apple non ne è responsabile?

      • Ma avete finito di dare sempre la colpa alla Apple, io uso anche un dispositivo Android della stesso costo e facendo le stesse cose la batteria dura ancora meno, anche se più grande, quindi meno ottimizzata, inoltre , vorrei aggiungere, che si può sempre acquistare un vecchio telefono, la batteria durava anche più di una settimana, poi le batterie ci sono nelle macchine fotografiche eche fanno sempre meno foto, vedi Sony, nei trapani, dove cambiare batteria ogni 2 0 3 anni costa più del trapano stesso e viva dicendo….saluti e Buon Natale!

      • Apple ha l’intera fase della progettazione dei suoi dispositivi tra nelle mani ed è lei che decide quanti pixel deve avere, quanto deve essere luminoso, quanto deve essere capiente la batteria, quanto potente il processore e così via. Se quacosa non va in questi equilibri e la batteria si deteriora sempre più velocemente e di conseguenza Apple si sente in dovere di rallentarti il telefono, senza avvertirti, di chi è la colpa? Di mia nonna che al massimo prepara du gnocchetti a capodanno?
        Alla fine Apple, in buona fede o meno non lo so, ti fa credere che sia il tuo telefono da cambiare mentre basterebbe sostituire la batteria. Questa non è forse un forma di obsoloscenza programmata?
        Il fatto poi di criticare la Apple, come ogni multinazione che fa solo profitti, non vuol dire che non si possano usare i suoi prodotti. Ormai si è costretti a scegliere tra Apple e Google, se si vuole uno smartphone, e ognuno consapevolmente sceglie di conseguenza con tutto quello che comporta, pro e contro.
        La cosa che però dà fastidio è solita giustificazione, la solita presa per i fondelli: noi non abbiamo colpa.
        Chi dobbiamo incolpare se non ti arriva un messaggio che sarebbe ora di cambiare la batteria e non il telefono?
        Auguri e Buon Natale

      • In realtà nonostante l’aumento dei pixel degli schermi e quindi la necessità di processori più potenti, questi ogni anno a parità di potenza consumano meno energia. Il punto è che proprio perchè possono offrire prestazioni maggiori, gli sviluppatori sfruttano tutta la loro potenza creando ad esempio giochi che ormai sembrano giochi da computer e via discorrendo. Sai a me cosa fa imbestialire?? La smania di rendere i prodotti elettronici più sottili. QUESTA è la vera ragione per cui gli smartphone, ad oggi, continuano ad offrire la stessa autonomia di 10 anni fa.
        Se Apple oggi facesse un iPhone spesso come l’iPhone 2G, ossia il primo iPhone, la batteria sarebbe così grande da fare durare il telefono per una settimana.

Cosa ne pensi?