iFixIt ha smontato l’iMac Pro, ecco cosa ha scoperto

iMac Pro smontato

Con un po’ di ritardo rispetto la classica tabella di marcia, iFixIt ha finalmente smontato il nuovo iMac Pro. L’attuale computer top di gamma di Apple, offre tutta la potenza necessaria ai professionisti, nell’attesa di vedere il rinnovo del Mac Pro.

Il team di riparatori ha valutato la complessità di smontaggio e ha dato un voto di 3 su 10, dove 10 è il massimo della semplicità nella riparazione.

Lo schermo è lo stesso degli altri iMac 5K, prodotto da LG. Al posto dell’hard disk, che occupa molto spazio, ci sono due grandi ventole che aumentano la capacità di raffreddamento dell’80%.

La memoria RAM è DDR4 a 2666 MHz e 288 pin. Questa può essere espansa fino a 128 GB e fortunatamente non è saldata. Quindi potrebbe essere aggiunta, anche se è sparito lo sportello di accesso esterno per aggiungere banchi di memoria.

I dischi SSD sono due da 512 GB, per un totale di 1 TB. Questo modello è stato progettato da Apple ed è stato costruito da SanDisk. Per questo motivo è difficile procurarselo in caso di upgrade futuro.

Il processore è un Intel Xeon della famiglia Skylake a 14 nm. Oltre al chip T2, che si occupa della sicurezza dei dati, iFixIt ha trovato un misterioso processore siglato come 338S00268. Probabilmente è un chip di Apple per la gestione dell’energia, che può arrivare a 500 watt.

In generale il processo di riparazione è complicato e costoso. Molti componenti sono saldati sulla scheda logica. Prima di comprarne uno, quindi, è meglio decidere bene la configurazione iniziale.

Cosa ne pensi?