WWDC 2018: alcune novità per sviluppatori come MusicKit, MapKit JS e altro

Core ML 2

Molte persone, come me, si focalizzano sul Keynote della WWDC. L’evento, però, dura 5 giorni e prevede molti appuntamenti per gli sviluppatori. Questi, grazie all’aiuto dei tecnici di Apple, possono entrare nei tecnicismi delle novità.

E quali novità sono state presentate quest’anno per gli addetti ai lavori? Oltre al nuovo Xcode 10 con il tema dark, ci sono stati degli aggiornamenti per alcuni framework:

  • SiriKit: il supporto delle Shortcuts consente agli sviluppatori di integrare delle scorciatoie nelle applicazioni. Alcuni comandi vocali si possono usare con HomePod.
  • ARKit 2.0: ora il sistema per la realtà aumentata consente di gestire la stessa scena con due dispositivi diversi. Inoltre il sistema riconosce gli oggetti, riflette gli oggetti negli elementi in 3D e c’è il supporto della nuova estensione .usdz realizzata in collaborazione con Pixar. Questa consente di inviare e scambiare elementi in 3D.
  • Core ML 2: l’evoluzione di Core ML porta notevoli vantaggi nel campo del Machine Learning. Nella versione precedente era necessario spendere del tempo per far digerire ogni singola immagine da far processare al machine learning. Con Core ML 2 questo processo viene ottimizzato. Grazie al supporto di più livelli è possibile addestrare il riconoscimento delle immagini con maggiore velocità, riducendo i tempi di addestramento.
  • MapKit JS: è disponibile al pubblico in versione beta, ma usato da Apple da tempo. Si tratta dell’integrazione delle mappe di Apple in servizi, pagine web e altro. Questo permette, come fa Google con le sue mappe, di integrare le mappe di Apple anche nelle pagine web. Ogni sviluppatore può usare gratuitamente il framework per generare al massimo 250.000 mappe al giorno e 25.000 interazioni con esse.
  • MusicKit: questo framework consente di integrare dei player di Apple Music in pagine web, un po’ come fa Spotify. In questo modo è possibile inserire playlist e player direttamente on line. Ovviamente per ascoltare i contenuti gli utenti dovranno effettuare il login con il loro account e usare il proprio abbonamento.

La società sta anche lavorando a SWIFT 5.0. Al momento il linguaggio di programmazione è alla versione 4.2. Non abbiamo i tempi di rilascio in merito.

Cosa ne pensi?