iFixIt ha smontato il MacBook Pro 2018

MacBook Pro smontato

Qualche giorno fa iFixIt ci diede un’anteprima sul report dello smontaggio del nuovo MacBook Pro. Il portatile di Apple, aggiornato qualche giorno fa, integra un nuovo sistema a farfalla di terza generazione. Questo rende i tasti più selezioni e tecnicamente a prova di polvere.

iFixIt, però, ha continuato a smontare il portatile e ha scoperto alcune cose. Per esempio possiamo dividere l’interno in tre grandi aree: la batteria, i chip e il sistema di raffreddamento.

I nuovi processori Intel di 8° generazione portano tanta potenza in più. Per esempio i MacBook Pro da 13” di quest’anno sono potenti il doppio rispetto a quelli dello scorso anno. Questo genera anche più calore. Per questo la società ha integrato un nuovo sistema di raffreddamento e una batteria più potente. Si passa dai precedenti 49,2 Wh agli attuali 58 Wh.

Fa capolino anche un nuovo caricabatterie USB-C. Un’evoluzione del precedente caricabatterie. All’interno, oltre alla classica memoria Toshiba, abbiamo della memoria RAM LPDDR3 2.133 MHz e il chip T2 come negli iMac Pro.

Il giudizio generale di riparabilità del dispositivo è di appena 1 su 10. Vale a dire che ripararlo è quasi impossibile. L’unico elemento che sembra possibile riparare è il trackpad. Tutti i componenti hardware sono saldati tra di loro. Il resto è legato con della colla.

Cosa ne pensi?