L’intervento di Tim Cook per la privacy in Europa

Come annunciato all’inizio del mese, Tim Cook avrebbe tenuto un Keynote in merito alla privacy all’interno dei palazzi dell’Unione Europea. Il suo intervento è stato richiesto per la 40° Conferenza Internazionale sulla Protezione dei Dati e la Privacy. La Commissione Europea ha ritenuto Apple un’azienda attenta alla protezione dei dati degli utenti, per questo motivo Cook è stato chiamato a raccontare cosa sta facendo la società nel settore.

Cook ha descritto la nostra società basata sui dati. Gli algoritmi, l’intelligenza artificiale, i big data, il machine learning sono tutti strumenti che si basano sui dati e sono molto utili per studiare i fenomeni, dalle malattie fino al cambiamento climatico.

Nello stesso tempo i dati muovono capitali enormi ogni giorno, per un semplice insieme di like, di connessioni tra le persone o preferenze. Nello stesso momento bisogna difendere la privacy degli utenti e delle persone che generano quei dati, per evitare gli abusi.

Per questo motivo Apple tiene molto alla protezione della privacy e si sta facendo promotrice di nuove leggi negli Stati Uniti. A tal proposito l’Unione Europea, mediante la GDPR, è andata nella giusta direzione.

In Apple provvediamo, e lo facciamo, la migliore esperienza utente nel trattamento dei dati degli utenti, come un carico di materiale prezioso che poi è ciò che è realmente. E se possiamo farlo noi, tutti possono riuscirci. Fortunatamente abbiamo il vostro esempio ad insegnarcelo.

Ha dichiarato Cook durante il suo intervento.

Cook ha anticipato il suo intervento con un viaggio tra Berlino e Parigi, dove ha incontrato artisti e sviluppatori.

Cosa ne pensi?