Il Mac mini è tornato ed è più potente di sempre

Mac mini 2018

Erano ben 1475 giorni che il Mac mini non veniva aggiornato. Era l’ottobre del 2014 quando abbiamo visto l’ultimo update hardware. Questo computer, nato per avvicinare le persone al mondo Mac, era diventato sempre più obsoleto, tanto da far pensare ad una sua cancellazione.

Invece come una fenice, il Mac mini è risorto dalle ceneri con una nuova versione rivista. I nuovi processori Intel di 8° generazione lo rendono 5 volte più veloce della generazione precedente. Di base c’è un chip i3 da 4 core, ma volendo lo si può portare a 6 core con un i5 o un i7.

La memoria RAM da 8 GB può essere portata addirittura a 64 GB. Il processore grafico Intel UHD Graphics 630 è del 60% più veloce. L’uso dell’hard disk è stato completamente dismesso. Al suo posto un disco SSD da 128 GB che può essere portato fino a 2 TB.

Un nuovo sistema di raffreddamento supporta il 70% in più di potenza e fa circolare il doppio dell’aria. Anche in questo computer c’è il chip T2 per la cifratura dei dati e l’avvio protetto del dispositivo.

Sul retro del computer abbiamo una porta Ethernet, 4 porte Thunderbolt 3, una porta HDMI, 2 porte USB-A 3 e il jack per le cuffie. Grazie alla sua versatilità sarà possibile impilarne più d uno per ottenere prestazioni maggiori, magari per costruire una piccola server Farm.

Il nuovo Mac mini ha un prezzo di partenza di 919 € in Italia. La versione potenziata con disco SSD da 256 GB costa 1.269 €. I preordini sono attivi da subito, con le consegne previste per il 7 novembre. Vi ricordo che per usarlo dovrete comprare da parte tastiera, mouse e schermo.

Cosa ne pensi?