Tutto sul chip T2, la nuova panacea per la sicurezza dei Mac

funzionamento chip T2

Forse questo cambio evoluzionistico nella sicurezza di Apple è passato in sordina. Forse gli abbiamo dato poco peso, ma l’introduzione del chip T2 può realmente cambiare i giochi nella sicurezza dei dispositivi. Troviamo questo chip nei recenti Mac. Ma in cosa consiste?

La società ha pubblicato un documento dove racconta in cosa consiste e come funziona. In pratica il chip funziona come il Secure Enclave negli iPhone e iPad. Si occupa di conservare la chiave di cifratura dei dati a livello hardware, ma non solo.

Il sistema effettua una verifica dell’integrità software collegandolo all’hardware, per essere sicuro che non vi sia codice malevolo in grado di accedere alla potenza di calcolo del computer, la webcam, il microfono e così via. Quest’ultimo viene addirittura disattivato a livello hardware quando si abbassa lo schermo del computer. In questo modo creare un malware in grado di ascoltare l’utente diventa impossibile.

Il chip si occupa anche degli accessi mediante la password. Oltre a collegare l’autenticazione con il Touch ID, evita gli attacchi di brute force. Dopo 30 tentativi errati bisogna attendere 1 ora prima di riprovare ad accedere al sistema. Dopo 90 tentativi errati il sistema si blocca completamente.

Il chip utilizza il sistema FileVault per cifrare tutti i dati in esso contenuto, rendendo impossibile l’estrapolazione senza l’inserimento della password di sistema. La cifratura usa il sistema AES a 256 bit.

Cosa ne pensi?