Gli rubano i pacchi fuori casa e lui costruisce l’HomePod punitivo

Ieri ho trovato un pacco fuori la porta di casa mia. Il postino, non trovando nessuno ha deciso di lasciarlo lì. Per quanto voglia essere ottimista, credo che non sia stato portato via da qualcuno per un caso fortunato. Capita che qualcuno dalla mano lesta tenti di farla franca cogliendo l’occasione. Mi è già successo in passato.

È accaduto anche a Mark Rober, un ingegnere della NASA, che si è visto mancare dei pacchi ordinati su Amazon. Quindi spinto da curiosità, l’uomo ha piazzato delle videocamere fuori la porta di casa sua, scoprendo che la colpa cadeva su alcuni vicini di casa ladri e maleducati.

Quindi cosa fare, denunciare alla polizia? Provare a parlargli? Fargli trovare una testa di cavallo nel letto? Essendo un ingegnere ha pensato di prendersi la sua rivincita e ha costruito un HomePod punitivo.

L’uomo ha preso la scatola di un HomePod e ha inserito all’interno un dispositivo progettato e costruito da lui. Il dispositivo, oltre ad avere delle videocamere, ha una sorta di lavatrice che spara una tempesta di glitter e uno spruzzino che nebulizza della puzza.

La scatola, inoltre, ha un GPS e un sistema di notifica per comprendere dove andrà a finire il pacchetto a sorpresa. Il risultato è stato un bello scherzone. C’è anche un video che mostra come un uomo ha rubato il pacco, si sia recato in un garage e si sia trovato l’auto pieno di glitter. Non è divertente?

Cosa ne pensi?