Apple brevetta il riconoscimento della pelle

riconoscimento della pelle

Ogni qualvolta pago con Apple Pay utilizzando l’Apple Watch, oltre alla meraviglia della velocità dell’operazione, molti negozianti mi chiedono quanto sia sicuro portare con se un sistema di pagamenti sul polso. Così spiego loro la necessità di usare un codice di accesso all’interfaccia dello smartwatch.

A tal proposito Apple sta lavorando a qualcosa di più sicuro. Visto che un codice di 4 cifre è sicuro ma non tanto, la società sta lavorando ad un sistema biometrico dedicato. L’Apple Watch non ha spazio per ospitare il Touch ID o il FaceID.

Per questo motivo l’azienda sta pensando di costruire un sensore biometrico da integrare nel cinturino dell’orologio. Si tratta di un sensore per il riconoscimento della pelle dell’utente. Utilizzando un sensore ai raggi infrarossi, il dispositivo mappa la pelle sulla quale si appoggia il cinturino e verifica che abbia la stessa trama di quella registrata dall’utente.

In pratica solo se l’Apple Watch è indossato dal legittimo proprietario verrà sbloccato l’accesso a watchOS. Il sistema funziona, quindi, usando un apposito cinturino che al momento non sappiamo se la società darà di base a tutti o si acquisterà a parte.

Cosa ne pensi?