Come configurare la Widipec con il proprio cliente di posta elettronica

WidiPEC banca online

Ve lo ricordate il fax? Come dimenticarlo. Questo mezzo di comunicazione ha permesso di inviare fogli in giro per il mondo, senza attendere i tempi di spedizione delle lettere. Tutto questo è molto positivo, peccato che nel frattempo il mondo si è evoluto con le email e molte realtà, soprattutto in alcune aziende, sono rimaste inchiodate al fax.

Fortunatamente le cose stanno cambiando. Delle norme stanno obbligando tutti a spostarsi verso la PEC. La posta elettronica certificata ha valore legale. Il mittente è certificato da un ente, inoltre ad ogni email si riceve una conferma certificata. È un po’ come mandare una raccomandata con ricevuta di ritorno, ma senza dover pagare per ogni spedizione e, soprattutto, non bisogna recarsi all’ufficio postale.

Trovate vari servizi di PEC in rete, tutti a pagamento. I Widiber, vale a dire i clienti della Banca Online, ne hanno una gratis all’apertura del conto. L’azienda ha avuto una bella idea per collegare l’apertura del conto alla digitalizzazione dei documenti: visto che bisogna certificare l’autenticazione online per aprire un conto, si può approfittare di questo processo per attivare anche una PEC.

Quindi ogni Widiber ha anche la casella PEC automaticamente. La Widipec viene fornita gratuitamente mediante la certificazione di InfoCert. Ogni casella può contenere 1 GB di posta. Probabilmente con un conto Widiba avete gestito la casella sempre online, utilizzando il client web. Ho però trovato un modo per configurare il proprio client di posta preferito. Una configurazione che funziona anche da smartphone e tablet.

Ecco i parametri che vi servono. Per prima cosa attivate l’impostazione di un account di posta con protocollo IMAP nel vostro client preferito. Poi riempite le caselle con i seguenti parametri:

  • Nome: il vostro nome e cognome.
  • Utente: la vostra casella Widipec (es: [email protected]).
  • Password: la password che trovate nella prima email che vi arriva all’attivazione di Widipec (non la password del vostro conto).
  • IMAP in arrivo: mbox.cert.legalmail.it
  • SMTP: sendm.cert.legalmail.it
  • Porta in ingresso: 993 o 995
  • Porta in uscita: 465 o 25
  • Crittografia: SSL

Confermate il tutto. L’operazione può essere usata per configurare la casella in tutti i client di dispositivi mobili. Potrete così mandare e ricevere posta certificata in mobilità.

Per ulteriori informazioni vi lascio al sito di Widiba.

3 Comments

  1. E se chiudi il conto Widiba che succede? Ti disattivano la PEC dal successivo rinnovo?
    Per 20 euro l’anno meglio non rischiare…

Cosa ne pensi?