Greenpeace: i data center di Apple sono i più verdi del mercato

Il futuro della rete sarà sempre più dipendente dai data center. Il cloud diventerà le fondamenta dei sistemi operativi del futuro. Tutti online, sincronizzati e sicuri. Questo porta ad investimenti miliardari nella costruzione dei data center in giro per il mondo. Ma quanti di questi rispettano la natura?

Greenpeace si è chiesto questo e ha dato delle risposte. Analizzando le principali aziende nel settore dei data center, ha stilato una classifica delle società più attente all’uso di energia pulita. Necessaria per non rilasciare CO2 nell’aria.

Nell’elenco Apple appare completamente verde. La società cresce di pari passo all’uso dell’energia pulita. C’è anche da dire che con circa 21 megawatt, in realtà i data center di Apple al momento sono molto piccoli.

Il più grande in assoluto, Amazon con AWS, consuma ben 1,7 gigawatt di energia. La società cresce così tanto nel settore dei data center da non avere tempo di approvvigionarsi a fonti rinnovabili ricorrendo, di fatto, ad alimentazione fossile.

In totale in Virginia abbiamo il consumo di 4,5 gigawatt di energia in data center. Amazon ha 55 strutture che hanno aggiunto 600 megawatt di consumi senza copertura di energie rinnovabili. In totale l’azienda è coperta di energia pulita solo al 12%.

La seconda azienda più pulita dopo Apple è SalesForce con il 44% di energia pulita.

Cosa ne pensi?