Anche Google nel settore dei videogiochi nel cloud con Stadia

Ormai pochissimi acquistano un film sul supporto fisico come un DVD. Ancora meno le persone che acquistano la musica su CD. Il tutto passa attraverso lo streaming e le tecnologie cloud. Anche il settore dei videogame è destinato a prendere la stessa strada?

Per Google la riposta è sì ed è già pronta ad accettare la sfida. La società di Mountain View è convinta che uno dei settori più remunerativi del mondo delle app, appunto quello dei videogame, può essere gestito multipiattaforma mediante il cloud gaming.

L’importante per il produttore del dispositivo elettronico, che sia essa una console o uno smartphone, è avere l’accesso alla piattaforma per poter usufruire dei titoli presenti in catalogo.

Stadia sarà disponibile durante quest’anno e richiede di pagare un abbonamento mensile, proprio come Netflix o Apple Music. Per giocare senza lag bisogna avere una connessione di almeno 25 Mbps.

Probabilmente al momento i giochi non saranno di qualità grafica elevatissima, ma si potrà comunque giocare. Staremo a vedere se per il lancio ci sarà l’esclusiva di qualche titolo oppure se bisognerà accontentarsi dei titoli presenti anche in altre piattaforme.

Cosa ne pensi?