Netflix elimina la prova gratuita e il supporto per AirPlay

Arrivano brutte notizie per i fan di Netflix come me. La società del noto servizio di streaming ha attuato una serie di cambiamenti alla sua politica per incrementare il fatturato. Nel 2018, infatti, la società ha raggiunto 139 milioni di abbonati (+29 milioni dal 2017) e un fatturato da 16 miliardi (+35%). Visto il peso della produzione delle serie, gli utili sono ad appena 1,6 miliardi.

Per incrementare il fatturato e gli utili, visto anche all’aumento della concorrenza del settore (vedi Apple TV+), la società ha attuato alcune modifiche. Negli Stati Uniti ha aumentato i prezzi degli abbonamenti da 8 a 9 $ per quello base, da 11 a 13 $ per quello medio e da 14 a 16 $ per la versione 4K.

In Italia, dopo aver provato a testare il mercato con un finto aumento dei prezzi, ha deciso di eliminare il primo mese gratuito di prova. Questo per evitare che le persone ne approfittassero generando finte email pur di aprire finti account e sfruttare per molti mesi l’abbonamento gratuito.

La seconda misura è stata la cancellazione del supporto ad AirPlay di Apple. Ora non si potrà più mandare il video in streaming dall’iPhone (o iPad) alla TV.

Vogliamo assicurarci che i nostri utenti abbiano una fantastica esperienza Netflix su qualsiasi dispositivo che utilizzano. Con il supporto di AirPlay distribuito su dispositivi di terze parti, non è possibile per noi distinguere tra i dispositivi (che cosa è un Apple TV rispetto a ciò che non lo è) o certificare queste esperienze. Pertanto, abbiamo deciso di interrompere il supporto di Netflix AirPlay per garantire il rispetto dei nostri standard di qualità per la visualizzazione. I membri possono continuare ad accedere a Netflix tramite l’app integrata su Apple TV e altri dispositivi.

In pratica con AirPlay Netflix non riesce a comprendere quale dispositivo si sta usando.

La decisione di eliminare AirPlay potrebbe anche essere collegata all’indiscrezione dell’arrivo di un abbonamento per dispositivi mobile. Questo abbonamento costerà di meno ma consentirà di vedere i contenuti solo da smartphone e tablet. Con AirPlay sarebbe stato possibile inviare il video alla TV pagando un abbonamento più basso.

Cosa ne pensi?