Sono certo che da qualche parte c’è un deposito con centinaia di migliaia di AirPower. Il caricabatterie ad induzione di Apple, presentato nel 2017 ma mai venduto, è uno degli epic fail della società. Dopo vari annunci e conferme, con tanto di stampa sul retro della custodia delle AirPods di seconda generazione, l’accessorio è stato bloccato.

Probabilmente colpa delle tante bobine al suo interno che lo facevano surriscaldare. La società ha deciso in ultima istanza di non vederlo più. Sono certo, però, che la produzione fosse già iniziata, quindi ci sono tante unità che probabilmente saranno riciclate.

Se voi lo aspettavate con ansia sappiate che c’è un clone. Si chiama AirUnleashed e, almeno sulla carta, promette di fare ciò che Apple non è riuscita a fare. Il caricabatterie ha lo stesso design dell’AirPower e consente di ricaricare tre dispositivi contemporaneamente, tra cui anche l’Apple Watch.

Sottile 12 millimetri, presenta un incavo solo per caricare lo smartwatch di Apple. Questi, infatti, non usa la carica Qi come gli altri dispositivi ma ha un sistema proprietario.

La potenza in uscita massima è di 15,3 watt a 2 A. L’efficienza è del 75%. Si compra nel sito ufficiale per 99 dollari.

Leave a comment

Cosa ne pensi?