AirPower è diventato uno dei grandi Epic fail di Apple

Nel 1980 Apple presentò l’Apple III. Un computer che semplicemente non funzionava bene. La società dovette richiamare tutte le unità vendute e chiudere il progetto. Nel 2000 iniziò le vendite del Cube: il primo Mac senza ventola. Il computer si riscaldava e l’hardware si smembrava. Apple dovette chiudere il progetto a pochi mesi dall’inizio delle vendite.

Sono solo alcuni esempi di prodotti della società annunciati, venduti e ritirati perché non erano un granché. Oggi la società ha deciso di anticiparsi e non vendere l’AirPower senza attendere che il mercato si accorgesse che non fosse granchè.

La società di Cupertino, infatti, ha chiuso il progetto del suo tappeto ad induzione. Un prodotto presentato nel 2017 ma che non ha mai visto la luce. Alcune indiscrezioni dichiarano che la produzione era iniziata, il software era stato integrato in iOS 12.2 e il tutto era ormai imminente.

Tant’è vero che sulla confezione delle AirPods di seconda generazione figurava proprio l’AirPower. Insomma, tutto lasciava presagire un arrivo imminente sui mercati. Era anche stato avvistato su uno dei negozi online della società.

Fino alla decisione di chiudere il progetto. A quanto pare la società si è accorta che l’accessorio sarebbe diventato un fallimento sul mercato. Ha così preferito ridurre i danni bloccando la vendita sin da subito.

Chissà ora che fine faranno tutte quelle unità già prodotte.

Cosa ne pensi?