Microsoft Edge, il browser di Microsoft è arrivato nei Mac

Era il 1995 quando Microsoft presentò Internet Explorer. Nato dopo l’acquisizione di Netscape, il browser divenne presto l’unica soluzione disponibile nella fase iniziale di internet commerciale. La società di Redmond fu brava a mantenere questo primato, per esempio convincendo Steve Jobs a integrarlo nei Mac in cambio di un investimento nella società.

Per quanto fosse orribile, Internet Explorer divenne il più usato al mondo. Almeno fino al 2010, quando Firefox iniziò a mangiare quote di mercato considerevoli e dopo di lei Chrome che di fatto, ad oggi, è il browser più usato.

Per tentare di recuperare il terreno perso, la società ha creato Edge. Il nuovo browser non è un’evoluzione di Explorer, ma un browser tutto nuovo basato su Chromium: il motore alla base di Chrome. Quindi perché preferirlo a Chrome?

Probabilmente gli utenti target sono quelli che utilizzano Windows, ma da oggi Edge può essere usato anche nei Mac e in iOS mediante le versioni ad hoc rilasciate oggi.

Edge integra:

  • Le Collections: la possibilità di collezionare elementi trovati per il web, come testi, foto, link e altro.
  • Strumenti per la Privacy: per bloccare l’accesso a dei siti, cancellare il tracciamento e così via.
  • Strumenti per sviluppatori: per creare plugin, add-on o testare la compatibilità di siti internet.

Se volete provarlo trovate la versione per Mac in questo link, mentre la versione per iOS è nell’App Store.

Cosa ne pensi?