La truffa degli iPhone per 19 milioni di dollari

iPhone Xs

Perché perdere tempo a raziare un Apple Store? Perché rischiare di essere colti in flagrante, essere ripresi dalle videocamere, sfidare la sicurezza, temere di farsi del male, per rubare dei prodotti Apple quando si può chiedere di consegnarli con tutta calma?

Ci riferiamo anche in questo caso ad una truffa ed è una delle più antiche truffe del settore. Gli americani la chiamano Fraud Ring e prevede di stipulare contratti in abbonamento con carte di identità false o di persone nullatenenti.

La polizia di New York ha scoperto una banda di malviventi che replicavano lo schema in giro per gli Stati Uniti. Dal 2012 ad oggi hanno arraffato un bottino da ben 19 milioni di dollari.

La truffa avveniva così: periodicamente i malviventi si recavano in un negozio per stipulare un contratto in abbonamento con identità false. Ovviamente al centro della trattative c’era un iPhone. Questi veniva poi inviato ad alcuni negozi complici a New York dove erano venduti.

Durante gli arresti la polizia ha trovato anche 250 iPhone in vendita accumulati con lo stesso schema. La banda ha effettuato almeno 18 viaggi in 34 stati diversi per raccogliere gli iPhone da inviare ai negozi complici. Ogni iPhone veniva pagato loro 100 dollari.

Ora il loro destino sarà deciso dal tribunale federale.

Cosa ne pensi?