iOS 13 mostrerà esattamente i dati catturati dalle app

Chiuderemo al porta a chiunque tenterà di abusare dei dati dell’utente” ha dichiarato Craig Federighi durante l’ultima WWDC 2019. La società di Cupertino tiene molto alla privacy degli utenti, per questo motivo ha deciso di inasprire il sistema di raccolta dei dati nei dispositivi.

Visto che qualcuno abusava della bontà degli utenti, per raccogliere dati anche quando non doveva, Apple ha deciso di integrare un sistema di permessi più trasparente. Da iOS 13 sarà possibile dare il permesso una sola volta per la raccolta dei dati sulla posizione.

Nel caso l’utente decidesse di fidarsi e dare permessi più duraturi, riceverà una notifica quando l’app ha raccolto i dati in background. La notifica contiene anche la mappa dei dati raccolti. In questo modo può sapere se questa raccolta ha un collegamento con la sua attività svolta con l’app, oppure se lo sviluppatore ha tentato di fare il furbo e prendersi quei dati senza ragione.

In quel caso l’utente potrà decidere se continuare a farlo fare liberamente, oppure revocargli i permessi di raccolta dei dati.

Cosa ne pensi?