Apple entra nella Cloud Native Computing Foundation

Far parte e partecipare ad una fondazione, così come ad un consorzio o un’alleanza, nel settore tecnologico può portare vantaggi a tutti. Questo tipo di enti permettono di sviluppare tecnologie comuni, standard aperti e adottare tutti le stesse tecnologie in ambiti marginali, dove produrre i propri standard potrebbe essere solo dannoso.

Ne è un esempio il bluetooth o la porta USB-C. Questo genere di iniziative non si organizzano solo per gli elementi hardware, ma anche per le tecnologie alla base di alcuni servizi. Tecnologie come il cloud. A tal proposito Apple è entrata nella CNCF (Cloud Native Computing Foundation).

La fondazione si occupa di diffondere standard open source nel settore del cloud, come Kubernetes e Prometheus. Avere Apple tra i membri dell’alleanza è anche una grande opportunità per la stessa CNCF, perché significa poter diffondere delle tecnologie su vasta scala in breve tempo.

Ci sono ben 87 aziende presenti nell’organizzazione come Box, eBay, GitHub, JP Morgan, Mastercard, Salesforce e molti altri. Periodicamente vengono organizzate anche delle conferenze per fare il punto della situazione.

Cosa ne pensi?