Uomo ruba carte di credito e le collega ad Apple Pay credendo di farla franca

Apple Pay Taiwan

È più sicuro pagare con i contanti o con le carte di pagamento? La risposta è sicuramente le carte di pagamento. Molte persone preferiscono i contanti credendo di essere al sicuro dalle truffe. In realtà il denaro contante può essere perso facilmente, può deteriorarsi ed è soggetto ai furti (senza lasciare tracce).

Le carte ormai sono molto sicure e i pagamenti lasciano sempre tracce. Inoltre le banche rimborsano in caso di truffe. Non rimborsano mai se la truffa è avvenuta con dei contanti. Lo sa bene Daniel Butler che pensava di farla franca usando Apple Pay.

Tutti conoscono il grado di sicurezza del sistema di pagamento di Apple. Riassumendo i dati della carta sono stipati fisicamente in modo cifrato su un chip chiamato Secure Element. Questi genera un token usa e getta ad ogni pagamento. In pratica non è possibile clonare una carta su Apple Pay.

Butler credeva che questo sistema di cifratura lo avrebbe messo al riparo dalle indagini della polizia. Insieme ai suoi tre complici ha utilizzato 477 carte di credito rubate per effettuare pagamenti per un totale di 1,5 milioni di dollari. Dopo una serie di indagini la polizia della Florida è riuscita ad incastrare i ladri e arrestarli.

La sentenza per questo furto di denaro è stata di 54 mesi di prigione federale. Quello che Butler non aveva calcolato è il fatto che i pagamenti, anche se effettuati su Apple Pay, poi vengono riportati sui conti dei truffati, che possono segnalare i luoghi dove sono stati effettuati gli acquisti.

Tracciando i tempi con i luoghi, con il supporto delle videocamere di sorveglianza, è stato possibile risalire ai malfattori.

Cosa ne pensi?