A sorpresa Motorola fa tornare il Razr, ma questa volta è pieghevole

Motorola Razr
Motorola Razr

Era il 2004 quando Motorola decise di vendere il Razr V3. Un telefono a conchiglia che consentiva di avere con se un telefonino dalle dimensioni contenute. A quel tempo, ben 3 anni prima dell’iPhone, non importava a nessuno avere uno schermo grande perché le interazioni erano limitate.

Il Razr V3 vendete ben 130 milioni di unità, diventando uno dei cellulari più famosi. Poi c’è stato un grande silenzio. Apple, Samsung e Huawei rivoluzionarono il settore negli anni a venire, arrivando a governare il mercato mondiale degli smartphone.

Fu proprio Motorola a costruire il primo cellulare e ora la società, dopo essere passata sotto il controllo di Lenovo, prova il rilancio con un nuovo Razr. Questa volta lo schermo c’è ed bello grande. È anche pieghevole. Il Razr è un enorme schermo pieghevole.

Lo schermo interno è ampio 6,2” con una ratio 21:9. La risoluzione è di 2142 x 876 pixel con tecnologia pOLED. Lo schermo esterno è ampio 2,7” e ha una risoluzione di 600 x 800 pixel.

Il telefono misura aperto 72 x 172 x 6,9 mm, mentre piegato misura 72 x 94 x 14 mm. Il preso è di 205 grammi. Il sistema operativo Android 9 è gestito da un processore Qualcomm Snapdragon 710. La memoria RAM è di 6 GB, mentre quella di storage è di 128 GB.

Di serie anche il sensore di impronte digitali, la fotocamera da 16 megapixel, quella frontale da 5 megapixel, il supporto alle eSim e la resistenza all’acqua. La batteria ha 2510 mAh e supporta la carica ad induzione.

Se vi piace potrete prenotarlo da dicembre. Il prezzo è di 1.599 euro.

Cosa ne pensi?