Una cordata europea per le batterie del futuro

batteria iPhone 11 Pro

Per quanti anni ancora saranno utilizzate le batterie al litio? Probabilmente non tanti. In base alle ultime analisi, infatti, si prospetta un lento abbandono di questa tecnologia per qualcosa di più efficiente.

Il problema è che le batterie al litio non sono molto longeve. In media durano 1.200 cicli, quindi circa 3 anni. Dopodiché iniziano a deperire. Inoltre cresce la necessità di accumulare molta più energia di quella attuale, soprattutto con la crescita del settore delle auto elettriche.

L’obiettivo è creare le batterie di prossima generazione, in grado di durare molti più anni e accumulare molta più energia. A tal proposito si è attivata una iniziativa europea. La Commissione Europea, infatti, ha approvato un piano di ricerca per realizzare una tecnologia comune.

Il piano prevede investimenti privati e pubblici per 3,2 miliardi di €. Partecipano al progetto Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Polonia, Svezia e Italia. La nostra nazione ha previsto un investimento da 850 milioni di € in questo piacere di investimenti.

L’obiettivo è creare un ciclo completo di produzione, che prevede riconversione, riciclaggio, sviluppo software e mantenimento della tecnologia. Da tempo circolano ricerche per le batterie del futuro, come per esempio quelle che utilizzano il grafene.

Ad oggi, però, nessuna tecnologia è arrivata ad uno stato abbastanza maturo da entrare in produzione, come lo fece il litio nel 1991 da parte di Sony. Riuscirà la ricerca europea ad accelerare questo processo?

Cosa ne pensi?