Da un lato ci sono gli utenti che vogliono un Mac con schermo touch. Dall’altro gli utenti iPad che vorrebbero che il tablet fosse capace di gestire il software come un Mac. Al centro c’è Apple che vuole vendere sia Mac che iPad, evitando di creare un prodotto unico come ha fatto Microsoft con il Surface, che sia sia tablet che vero e proprio computer.

La società di Cupertino pare riuscirci con un accessorio: la Magic Keyboard per iPad Pro. Una tastiera che applicata al tablet lo rende più simile ad un MacBook. Non solo per la capacità di scrivere con tasti veri (la tastiera è in pratica quella dell’ultimo MacBook Air), ma avvicinare i dispositivi anche dal punto di vista dei prezzi.

Ma cosa ne pensano i media della nuova tastiera? The Verge ha dato un voto abbastanza risicato: un 7. La tastiera permette di scrivere sicuramente bene e il trackpad funziona bene, ma bisogna ammettere che è pesante e costosa.

A differenza della Folio non si apre completamente. La vite di congiunzione consente di posizionare lo schermo tra i 90° e i 130° di inclinazione. Non si può portare la tastiera dietro lo schermo del tablet. Se si vuole usare il tablet senza tastiera bisogna staccarlo dall’appoggio magnetico. Questi è resistente e funziona bene.

MacRumors si è accorta che l’iPad Pro da 12,9” pesa 641 grammi, mentre la Magic Keyboard pesa 710 grammi. Insieme si ottengono 1.351 grammi che è più dei 1.290 grammi del peso del MacBook Air. In pratica se vi interessa avere un portatile vi conviene prendere direttamente l’Air, perché l’iPad diventa più pesante.

La porta USB-C integrata nella custodia permette solo di caricare il tablet. Non può essere usata per collegare accessori. Questi devono passare per la porta USB-C dell’iPad Pro. Tra l’altro, dice iDownloadBlog, la carica dalla custodia è più lenta di quella del tablet.

Se ricarichiamo dalla Magic Keyboard l’energia assorbita è di 22 watt, mentre dalla porta USB-C dell’iPad Pro è di 26 watt. Quindi la tastiera, anche se non possiede batteria, porta a disperdere 4 watt che allungano i tempi di carica della batteria del tablet.

Marques Brownlee ha sottolineato nella sua recensione come l’iPad Pro con la Magic Keyboard assomigli molto ad un MacBook senza esserlo. Il limite resta sempre il sistema operativo. iPadOS offre una flessibilità che il Mac non ha, ma nello stesso tempo il Mac ha una gestione del multitasking che iPadOS non ha.

Alcune operazioni restano macchinose, obbligando l’utente a spostare le mani dalla tastiera allo schermo. Per esempio la Magic Keyboard non ha dei tasti scorciatoia per cambiare il volume del dispositivo o la luminosità.

Quindi qual è il verdetto su questo dispositivo? Se non avete bisogno di un computer e della sua complessità. Se avete bisogno di un tablet o lo usate come complemento ad un computer, allora la Smart Keyboard vi permetterà di scrivere velocemente senza occupare metà dello schermo con una tastiera virtuale.

Se vi aspettate che aggiungendo la Magic Keyboard al vostro iPad Pro questi diventi pari a un MacBook per usabilità, magari convincendovi che non avete più bisogno di un Mac, allora ne rimarrete delusi. L’iPad Pro con la Magic Keyboard non si trasformano ad un Mac, ma si avvicinano.

Ma credo che questo sia il voluto da Apple. Offrire qualcosa di simile ma mai complementare, per vendere sul mercato sia i Mac che i tablet, non costringendo mai l’utente a decidere tra l’uno e l’altro.

Trovate la Magic Keyboard su Amazon per 339 € per la versione da 11” e 399 € per quella da 12,9”.

Lascia un commento

Cosa ne pensi?