5G di WindTre
5G di WindTre

Apple di solito integra una tecnologia nei suoi iPhone solo quando questa è abbastanza matura. Per il 5G si tratta di un’integrazione anticipata. Le reti 5G non sono ancora diffuse nel mondo. Il piano europeo prevede la diffusione delle reti solo per la fine di quest’anno.

In effetti i nostri operatori telefonici si stanno basando proprio su quei piani. La rete 5G è in questo momento è in fase di test e dovrebbe essere aperta per l’inizio del prossimo anno.

Nonostante queste milestone, ci sono delle aperture già da adesso per gli early adopters, vale a dire le persone che sono tra le prime a voler utilizzare una tecnologia. Early adopters che dovranno pagare un sovrapprezzo per avere l’onore dell’anteprima.

Ma quanto bisogna pagare di preciso?

Con WindTre esistono due tariffe al momento che integrano il 5G Priority Pass:

  • XLarge con Easy Pay: 16,99 € al mese per 100 GB di dati + minuti illimitati + 200 SMS + 50 minuti verso l’estero.
  • Unlimited con Easy Pay: 29,99 € al mese per GB illimitati + minuti illimitati + 200 SMS + 200 minuti verso l’estero.
  • Smart Pack Unlimited 5G: 29,99 € al mese per GB illimitati + minuti illimitati + 200 SMS. Si può aggiungere uno smartphone con uno sconto.

WindTre ha una copertura del 40% del territorio nazionale con il 5G. Trovate la mappa qui.

Con TIM si può scegliere:

  • Tim Advance 5G: 29,99 € al mese per 50 GB + minuti illimitati + SMS illimitati. Chi ha la fibra a casa con TIM Unica ottiene GB illimitati.

TIM ha il 5G a Roma, Milano, Torino, Firenze, Napoli, Ferrara, Bologna, Genova, Sanremo, Brescia e Monza. Entro la fine del 2021 coprirà 120 città, 200 mete turistiche e 245 distretti industriali.

La rete GigaNetwork 5G di Vodafone, invece, si può attivare se si possiede il piano Infinito, RED, Shake it easy o Giga Family Infinito Edition. L’opzione si chiama 5G Start e costa 5 € al mese.

Al momento la rete 5G di Vodafone è disponibile a Milano, Bologna, Torino, Roma e Napoli, ma entro il 2021 raggiungerà 100 città italiane.

Quindi in realtà gli operatori hanno deciso di non “regalare” la possibilità di navigare sulle reti 5G ai pionieri, nell’attesa che queste siano ultimate. Hanno deciso un po’ tutti di applicare il ciclo di prodotto facendo pagare un premium price a chi vuole essere tra i primi a usare la rete veloce.

Per esempio con iPhone 12 Pro che ho sono coperto dalla rete WindTre. Anche se lo smartphone mostra il segnale 5G con l’apposito simbolo, di fatto riesco ad arrivare a 100 Mbps sfruttando la rete 4G avanzata. Per accedere alla velocità del 5G dovrei sottoscrivere un muovo piano più costoso e non esiste un’opzione ad hoc come avvenne con la diffusione del 4G.

Questa possibilità dovrebbe arrivare il prossimo anno quando la sperimentazione sarà ultimata e le reti saranno integrate nella copertura ufficiale. Ma alla fin dei conti serve al momento navigare in giro a una velocità maggiore ai 100 Mbps?

Tagged:

Join the Conversation

4 Comments

    1. No ma in realtà il 5G lo prende, ma io non posso accedere perché non ho disponibile un’opzione per navigare in 5G.

  1. “Ma alla fin dei conti serve al momento navigare in giro a una velocità maggiore ai 100 Mbps?” Ma come? Non è il significato di innovazione? E tutta la presentazione di Tim Cook sull’era del 5G ?

    1. Avrà un forte impatto quando il 5G sarà diffuso e sarà collegato ai sensori in giro per casa e in città, in tema di smart city. Ma al momento non è attivo a tutti e non è ancora diffuso a dovere, quindi ci accontentiamo dei 100 Mbps.

Leave a comment

Cosa ne pensi?