Se da un lato Comcast ha deciso di vendere i suoi pacchetti di contenuto con abbonamento, tra cui fa parte l’italiana Sky, dall’altro lato della strada ViacomCBS ha deciso di applicare un modello di business leggermente diverso mediante la sua Pluto TV.

Il nome potrebbe ricordare il noto personaggio Disney, ma in realtà questo servizio è nato negli Stati Uniti nel 2014 con un investimento di 13 milioni di $. L’allora startup è cresciuta, stringendo accordi con aziende come Sony Pictures, Goldwyn-Mayer, Hulu, Fox e molti altri.

Pluto TV è in pratica un servizio di streaming di canali e video on-demanda ma, a differenza di Netflix o altri, non richiede di pagare un abbonamento mensile. Tutto è supportato dalla pubblicità. Quindi gli utenti non hanno bisogno di iscriversi a un servizio e pagare qualcosa. Tutti i contenuti sono visibili gratuitamente.

Dallo scorso 28 ottobre il servizio è disponibile anche in Italia con 40 canali gratuiti e molti film e telefilm. Attualmente il servizio è presente in 25 paesi diversi e ospita 52 milioni di utenti attivi al mese.

Ovviamente c’è anche l’app per iPhone, iPad e Apple TV. Sul Mac si può accedere direttamente al loro sito web. L’app pesa 134,9 MB e si scarica gratuitamente. Qualitativamente sembra ben fatta e il look è accattivante.

Pluto TV è un servizio sicuramente da provare e utile se non volete spendere budget in un piano di abbonamento mensile per la visione di video streaming. Basta scaricare l’app e iniziare a vedere i tanti contenuti presenti in catalogo.

Leave a comment

Cosa ne pensi?