La funzione Stolen Device Protection in iOS 17.3
La funzione Stolen Device Protection in iOS 17.3

Nonostante le tante soluzioni di sicurezza negli iPhone negli anni, lo smartphone di Apple è sempre tra i dispositivi più ambiti dai ladri. Come mai? Li smontano per rivenderne i pezzi? Hanno trovato un modo per bucare la password di protezione?

Mentre Apple indaga su questo fenomeno ha introdotto una soluzione nella beta 1 di iOS 17.3 distribuito a partire da ieri agli sviluppatori. Si tratta della funzione Stolen Device Protection inserita nella sezione FaceID. Ma in cosa consiste?

Panoramica delle funzionalità di sicurezza in iOS 17.3

In iOS 17.3, Apple ha introdotto una nuova funzionalità chiamata ‘Protezione dispositivo rubato‘. Questa funzione aggiunge un ulteriore livello di sicurezza per proteggere il vostro iPhone nel caso in cui venga rubato e il ladro abbia anche ottenuto il vostro codice di sblocco, migliorando così la protezione password.

La funzione richiede l’autenticazione biometrica, come Face ID o Touch ID, per una serie di azioni. Ad esempio, per visualizzare o utilizzare password o chiavi di accesso salvate in iCloud Keychain, richiedere una nuova Apple Card, disattivare la modalità smarrita, cancellare tutti i contenuti e le impostazioni, utilizzare metodi di pagamento salvati in Safari e altro ancora, è necessario autenticarsi tramite un’autenticazione sicura come Face ID o Touch ID, garantendo così una sicurezza biometrica avanzata.

La funzione è stata inserita in Impostazioni -> Face ID & Codice -> Protezione dispositivo rubato.

Per azioni particolarmente sensibili, come la modifica della password del tuo account Apple ID, la funzione aggiunge un ritardo di sicurezza oltre all’autenticazione biometrica.

In questi casi, l’utente deve autenticarsi con Face ID o Touch ID, attendere un’ora e poi autenticarsi di nuovo con Face ID o Touch ID, fornendo così un livello di autenticazione sicura e autenticazione a due fattori.

Quindi quali casi d’uso risolve? Pensiamo ad esempio al ladro che, arma alla mano, ci intima di consegnargli il dispositivo e, con la stessa minaccia, ci chiede la password.

Ovviamente subito dopo scapperà via. Di certo non resterà a intrattenerci con simpatici aneddoti rischiando di essere arrestato. Ebbene, se proverà a usare quella password in una posizione differente da quella di casa o lavoro del proprietario, dovrà ottenere anche l’autenticazione con FaceID, per poi attendere 1 ora per ripetere l’operazione.

È chiaro che si riduce di molto la probabilità che lo sblocco possa avvenire con successo.

Come iOS 17.3 migliora la protezione contro i ladri

Con l’introduzione della funzione ‘Protezione dispositivo rubato’, iOS 17.3 migliora significativamente la protezione del tuo iPhone contro i ladri. Anche se un ladro dovesse riuscire a rubare il tuo iPhone e a ottenere il codice di accesso, avrebbe comunque bisogno dell’autenticazione biometrica, come Face ID o Touch ID, per accedere a molte delle informazioni sensibili sul telefono, garantendo così una sicurezza biometrica avanzata.

Se l’iPhone viene perso o rubato, ci sono alcuni passaggi che è possibile seguire per proteggere le informazioni. Prima di tutto, bisognerebbe attivare immediatamente la modalità smarrita in ‘Trova il mio iPhone’.

Questo blocca l’iPhone, attiva la localizzazione e mostra un messaggio personalizzato sulla schermata di blocco, aiutando a prevenire il smarrimento iPhone.

La funzione si attiva in App Dov’è -> Dispositivi -> Seleziona dispositivo -> Attiva modalità smarrita.

Una volta attivata la modalità smarrita su iOS, è possibile sfruttare le nuove funzionalità di sicurezza biometrica di iOS 17.3.

Si può configurare l’iPhone per richiedere l’autenticazione tramite Face ID o Touch ID per una serie di azioni, rendendo molto più difficile per un ladro accedere alle informazioni grazie alla Secure Enclave.

Il futuro della sicurezza dell’iPhone: cosa aspettarsi

Guardando al futuro, possiamo aspettarci che Apple continui a migliorare la sicurezza dei dati e la protezione dei dati personali attraverso gli aggiornamenti software dell’iPhone. Con ogni nuovo aggiornamento iOS, la società introduce nuove funzionalità e miglioramenti per aiutare a proteggere il contenuto dell’iPhone.

In parole povere

In iOS 17.3, Apple introduce una robusta difesa contro i furti con la “Protezione dispositivo rubato”. Questa funzione richiede l’autenticazione biometrica, come Face ID o Touch ID, anche se il ladro ha ottenuto il codice di accesso.

Per azioni sensibili, si aggiunge un ritardo di sicurezza, aumentando ulteriormente la protezione. Con uno sguardo al futuro, si prevede che Apple continuerà a potenziare la sicurezza attraverso gli aggiornamenti software, consolidando ulteriormente la posizione dell’iPhone come un dispositivo leader in termini di protezione dati e sicurezza personale.

Leave a comment

Cosa ne pensi?