Threads di Meta
Threads di Meta

Threads, la nuova applicazione di social networking sviluppata da Meta, l’azienda proprietaria di Facebook, Instagram e WhatsApp, è ora disponibile in Italia. Questa piattaforma, lanciata come rivale di Twitter, ha riscosso un notevole successo, con 10 milioni di adesioni nelle prime sette ore di funzionamento, salite poi a 30 milioni.

Tra gli utenti più noti che hanno aderito ci sono personaggi famosi come Shakira, Oprah Winfrey, Kim Kardashian, Kourtney Kardashian, Will Smith e Jennifer Lopez.

Anni fa la società aveva un’app chiamata Threads

dedicata solo alla messaggistica, poi è stata trasformata in un’app da schierare contro X (Twitter). Ora, l’ex progetto chiamato Barcellona, arriva in Italia e in Europa dopo essere approdata all’estero.

Threads e Instagram: un nuovo approccio ai social network

Threads è strettamente integrato con Instagram. Per iscriversi a Threads, infatti, è necessario avere un account Instagram. Questa app si distingue per le sue funzionalità uniche, che permettono una comunicazione più fluida e immediata tra gli utenti.

Inoltre, essendo collegata a Instagram, consente di condividere facilmente foto e video.

L’utilizzo di Threads è molto intuitivo. Dopo essersi iscritti tramite l’account Instagram, gli utenti possono iniziare a condividere contenuti e interagire con gli altri. Inoltre, Threads offre diverse funzionalità, come la possibilità di creare gruppi di discussione e condividere contenuti in modo privato.

Threads su Instagram: Impatto sui social network in Italia

Threads è disponibile in Italia da oggi 14 dicembre. Questo lancio ha portato una ventata di novità nel panorama dei social network italiani, offrendo un’alternativa interessante a piattaforme consolidate come Twitter e Facebook.

Negli Stati Uniti, Threads ha riscosso un grande successo. Lanciata a luglio, l’app ha subito conquistato milioni di utenti, grazie alla sua integrazione con Instagram. È anche vero che nel tempo, però, non ha ottenuto una crescita, con un calo graduale degli utenti.

Nonostante la concorrenza di Twitter, di proprietà del controverso miliardario Elon Musk, Threads è riuscita a farsi notare. Per esempio di recente l’app ha integrato una serie di funzionalità aggiuntive e mira a supportare il formato ActivityPub che è open source.

Sarà quindi possibile accedere al contenuto alle informazioni su Threads anche da altre app, con un’interessante commistione con social network decentralizzati come quello di Mastodon.

Per scaricare Threads, basta cercare l’app nell’App Store o nel Google Play Store. Una volta installata, è possibile accedere utilizzando l’account Instagram. L’interfaccia dell’app è molto intuitiva, il che rende l’utilizzo di Threads abbastanza semplice.

Se volete provarlo, l’app pesa 141,7 MB e funziona sugli iPhone. Non è ancora ottimizzata per iPad.

Leave a comment

Cosa ne pensi?