Piccolo capitombolo per le azioni di Apple

Ieri, giornata post diffusione dei dati fiscali dell’ultimo trimestre del 2006, la società ha visto perdere poco più del 6% in borsa. Attualmente le azioni sono al di sotto dei 90 dollari.

Anche se Apple ha mostrato dati più che confortanti, perchè ciò è avvenuto? I fattori principali sono due. Il primo si riferisce al risultato della vendita dei computer al di sotto delle previsioni effettuate dagli analisti. L’altro fattore è sempre collegato alle stime effettuate sulla società. E’ stato previsto un calo di vendite per il primo trimestre, fenomeno che avviene patologicamente ogni anno.

Nelle public company, modalità di società di cui Apple fa parte, l’ultimo trimestre fiscale è abbastanza generoso in termini di prestazioni rispetto gli altri trimestri, questo perchè il management della società deve dimostrare di saper remunerare a dovere le azioni con uno sviluppo consistente di utile di esercizio, così si tende a manovrare un pò di fattori per far si che gli azionisti ne rimangono contenti. In questo modo è inevitabile che il trimestre successivo, impoverito da quello precedente, ne risulti meno performante.

Allora che fare? Vendere le azioni? No, tutt’altro, acquistare. Se il prezzo cala si riesce ad acquistarne di più con il medesimo capitale.

Cosa ne pensi?