Il bug di Safari era solo una svista

Ricordate la gara che venne fatta tra un computer con Os X, un altro con Linux e il terzo con Windows? Saltò subito sulla cronaca nel settore perchè fu il Mac a cadere per prima sotto le spire degli hacker e il vincitore, un tale Charlie Miller, portò a casa un MacBook Air più un premio da 10.000 $. A quanto pare è stata resa pubblica la falla che era presente in Safari e si è scoperto che il buco era presente nella parte open source del browser e non nel codice.

Più nello specifico quel bug era stato individuato già dall'inizio dello scorso anno, ma gli sviluppatori di Apple, con gli update successivi, avevano dimenticato di applicare la patch. Con l'ultimo aggiornamento, invece, si è posto rimedio a questa disattenzione che riguardava la libreria di Perl Compatible Regular Expressions.

[via P.I.