Apple brevetta l’applicazione del tempo commutativo

E’ difficile quantificare di tempo commutativo, anche se in realtà ognuno di noi lo gestisce ogni giorno. Si tratta della modifica delle attività da svolgere in base al tempo a disposizione. Ad esempio se siete in ritardo ad un impegno, la prima cosa da fare e spostarlo. Questa concezione potrebbe entrare nei prodotti Apple mediante un brevetto.

A Cupertino, infatti, hanno intenzione di gestire il tempo commutativo nei dispositivi mobili. Il telefono, per esempio, potrà calcolarlo di volta in volta mediante alcuni punti di riferimento: le condizioni meteo, il traffico, l’ora della sveglia, la visione di un video e così via. Saranno tanti i punti di riferimento che aiuteranno a stimare l’arrivo in un luogo o lo svolgimento di un impegno.

In futuro il calendario e altre applicazioni potranno spostare automaticamente gli impegni e aiutare a gestire la propria giornata.

[via patentlyapple]

4 Comments

  1. Molto bello però…
    su iCal per iPhone non si può ancora:
    -sincronizzare i calendari come Google (devi farlo da mac e poi sincronizzare)
    -inviare un invito per un evento
    -importare un evento da un file ical in safari…
    Prima di fare i fighi potrebbero almeno uniformare ical per iphone a quello per mac, che già pecca del fatto che non puoi mandare una mail all’ora che vuoi, e per farlo devi installare degli script che erano supportati in tiger (non so in (snow) leopard)…

Cosa ne pensi?