Rubrica: come creare un blog di successo – La conversazione con gli utenti

slide 22

Immagine 1 di 3

Consigli per bloggare

Il vostro bel blog pieno di contenuti inizia a farsi conoscere nella rete. Le persone tornano per leggere i vostri consigli, le vostre notizie o quant’altro pubblicate. Con il passare del tempo inizierà a crescere una community di lettori che impareranno a conoscersi tra di loro e, soprattutto, impareranno a conoscere voi, i vostri punti di vista e il vostro stile. Qui inizia, molto probabilmente, la fase più delicata di tutto il lavoro. La community non è fatta di numeri o lettere, ma di persone. Le persone non si possono racchiudere in formule, schemi o cose del genere. Ognuno è diverso dagli altri e può reagire e interagire con i vostri contenuti in maniera diversa.

La community è fondamentale. Senza utenti il vostro blog diventa solo un quaderno di appunti e credo che tutti i blogger aspirino a un pubblico e non a un diario. Durante il vostro lavoro di blogger incontrerete nella rete moltissime persone. Il mio consiglio è di ascoltarli. Ascoltare non significa diventare il loro genio della lampada e soddisfare ogni desiderio, ma comprendere sommariamente in cosa potete migliorare. Il processo di miglioramento di se stessi e del blog non si concluderà mai. C’è sempre un margine di miglioramento. Imparate ad ascoltare e a dialogare.

Il dialogo è la parte più difficile. Ognuno ha il suo carattere e reagisce in base alle proprie emozioni. Sappiate che di base lo schermo fa da filtro e permette a molte persone di dire tutto ciò che vogliono. Incontrerete sicuramente molte persone gentili, su questo blog ce ne sono tante, ma anche persone maleducate. La presenza dello schermo, infatti, genera la sensazione per alcuni che le regole base di educazione siano superflue. Sta a voi far capire che essere educati è fondamentale anche in rete. Per tale motivo sono nate alcune linee guida, chiamate netiquette, che permettono di avere un’idea di come comportarsi. In generale mai portare questioni personali per far polemica, non urlare scrivendo con caratteri maiuscoli, non scrivere parolacce e rispettare il prossimo.

Ricordate sempre che su migliaia di lettori ce n’è sempre qualcuno che ne sa più di voi. Per la legge dei grandi numeri è impossibile scrivere tutti gli articoli privi di errore, sia di sostanza che di forma come gli errori grammaticali. In quel caso vi troverete di fronte due tipi di persone: l’educato che fa presente con toni garbati dell’errore e integra con la correzione; il prepotente che vi dà pubblicamente dell’asino pretendendo che voi correggiate il prima possibile, quasi foste l’ultimo dei servi. Nel primo caso ringraziate per la correzione, nel secondo chiedete di smorzare i toni e lasciate perdere. Di solito i prepotenti si alimentano di collera.

Altri utenti molto difficili da gestire sono i Troll, un utente che vi perseguiterà per settimane o mesi per cercare di offendervi, farvi apparire uno stupido e infastidirvi. Un troll ha un lato positivo e uno negativo. Il positivo è che diventa una prova del vostro successo. Nessun essere umano spreca ore e ore della propria esistenza ad importunare l’ultima ruota del carro. Ma sull’altra faccia della medaglia troverete una persona fastidiosa che ha come unico obiettivo nella vita quello di infastidirvi. Sono persone molto tristi, in verità, perchè non hanno una vita abbastanza felice da essere vissuta, quindi tentano, nel loro malcontento, di portarvi al loro basso livello. Quando ne incontrate uno bannatelo con gli strumenti di ban del vostro blog e andate avanti. Non cercate di farlo ragionare, è tempo sprecato. Non dategli neanche importanza perchè altrimenti lo incoraggerete a fare di più. Nella loro vita la vostra attenzione è la loro massima aspirazione.

Il resto della community, che spero per voi sia composta da persone cordiali e amichevoli, coinvolgetela nei vostri progetti. Organizzate contest in cui chiedete di scegliere e dare consigli, oppure regalate dei gadget, alimentate la conversazione e consideratela un punto di forza. Oltre a rendervi grande l’animo, vi aiuterà anche a monetizzare. Nessuno sponsor è interessato a un blog privo di persone. Anche se sembra un’impresa facile far crescere una community, in realtà è la parte più difficile perchè non riuscirete mai ad accontentare tutti. Ci sarà sempre qualcuno che resterà scontento di qualcosa. E’ inevitabile.

Una delle cose che la community ama è interagire con voi. Di solito chiedono consigli, aiuto durante i problemi di utilizzo o realizzazione di qualcosa o semplicemente uno scambio di battute. Personalmente interagisco con la community tramite l’account di Twitter, quello di Formspring, le email e Skype. La crescita degli utenti porta a una crescita anche delle richieste. Rispondere a tutti forse diventerà molto difficile. Voi fate del vostro meglio per mantenere la conversazione, ma ricordatevi che non siete obbligati a fare le ore piccole per rispondere a tutti. Di solito quando i numeri crescono si chiede aiuto ad altre persone per avere una mano nella gestione del blog. In questo caso vi servirà un team. Ma di questo ne parleremo la prossima settimana.

  • franco101

    Ti sei dimenticato ” ignorateli” quelli che sono subito pronti a criticare gli errori grammaticali:-)

    • Si sono i prepotenti che ti fanno notare gli errori senza gentilezza 😛

  • gio

    Ciao Kiro, trovo questa rubrica molto interessante. Complimenti. 🙂

  • franco101

    Mi pare che Kiro abbia detto qualche settimana fa,che potrebbe diventare un’applicazione :-p

    • Se tutto va bene per Natale 😉

  • Ale

    Bellissima spiegazione soprattutto quella dei Troll ….. mi sa che ne “conosciamo” tutti…
    Grazie

  • antoniousa11

    ottimo blog innanzitutto, naturalmente penso che il sito sia sviluppato in php, io sto iniziando a muovere i primi passi in html come mi consiglio un approccio per il php.

  • Valerio

    Antonio il sito è realizzato con un CMS, WordPress. Complimenti a Kiro ovviamente per la gestione di Melamorsicata.