Tim Cook in copertina su Fortune

Tim Cook FortuneCalmo, molto efficiente ed aperto. Tra quattro mesi Tim Cook, CEO di Apple potrà festeggiare il suo primo anno come capo supremo della società, dopo aver ottenuto le redini direttamente da Steve Jobs.

Dopo aver rifiutato dividendi per 72 milioni di dollari sulle sue azioni, che attualmente valgono oltre 400 milioni di dollari, il nuovo CEO sta dimostrando maggiore apertura rispetto Jobs ed è sicuramente meno introverso.

La sua nuova leadership sta traghettando Apple verso un nuovo futuro e al mercato piace. Dalla sua entrata al top dell’azienda il valore delle azioni hanno portato la capitalizzazione di Apple a salire di altri 140 miliardi di dollari rispetto al valore pre-Cook.

Tim sa ascoltare tutti: dai dipendenti che incontra tranquillamente nella caffetteria del campus, fino agli investitori che ha accontentato con un piano di distribuzione dei dividendi.

A quanto pare Tim piace un po’ a tutti. Ora bisognerà verificare se il suo governare sia solo democratico o se saprà vedere al futuro come faceva Steve Jobs a cui non importava piacere a tutti, ma importava che i suoi prodotti piacessero.

[via fortune]

Cosa ne pensi?