Apple e Qualcomm hanno provato ad acquistare l’esclusività di TSMC

Il rapporto tra Apple e Samsung non è più solido come una volta. Dopo la guerra dei brevetti la società di Cupertino potrebbe vedere nella società coreana un alleato non così affidabile. Il problema attuale è l’enorme produzione di chip che Apple utilizza per i sui dispositivi. Commesse per miliardi di dollari che se fossero sottratte a Samsung metterebbero la società in seri guai.

Non credo che Apple voglia vendicarsi in questo modo per le copie, ma di sicuro vuole una exit strategy, vale a dire una porta di sicurezza dove passare nel caso in cui in Corea decidono di chiudere i rubinetti dei rifornimenti di hardware. Per tale motivo, riporta Bloomberg, Apple ha provato ad acquistare l’esclusività della produzione dei processori di TSMC insieme a Qualcomm.

Sul piatto è stato offerto un miliardo di dollari, vale a dire l’ammontare della somma che Apple riceverà da Samsung se la multa dovesse essere confermata. TSMC, però, ha rifiutato l’offerta per il timore di perdere la flessibilità nella produzione dei componenti. Qualche mese fa la società dichiarò che era pronta a utilizzare degli stabilimenti per produrre chip per aziende singole. A quanto pare non ha gradito la volontà di Apple di prendere tutti gli stabilimenti.

[via bloomberg]

Cosa ne pensi?